Internet e la deduzione dell’informazione

dataParlo spesso di come la nostra vita nel Cyberspazio costituisca una  grande fonte di informazione per coloro che abbiano la possibilità di analizzare il flusso di dati generato dal nostro comportamento.

A tal proposito posso riferirvi di come, un piccolo blog come questo, possa generare un certo flusso di informazione tale da consentirmi di ottenere dati su un certo fenomeno.

Posso infatti dirvi che, senza neppure avere una sfera di cristallo, nei giorni scorsi alcuni di voi hanno ricevuto email di spam da indirizzi libero.it

Come ho potuto asserire ciò? Semplicemente guardando le statistiche del sito ed incrociandole con pochi ulteriori dati. Questo blog infatti ha avuto un picco di visite sull’articolo riguardante lo spam inviato da account libero.it proprio tra i giorni 29 Novembre e 2 Dicembre.

stats_liberoQuesto dato, unito al fatto che in quei giorni ne ho ricevuta una anch’io e che ci sono stati commenti sul caso al precedente articolo, mi ha dato la possibilità di ipotizzare una evoluzione del fenomeno con lo stesso andamento delle statistiche del sito.

Posso quindi immaginare che la campagna di spam abbia interessato gli utenti libero a partire dal 26-27 Novembre per poi raggiungere il picco intorno al 1 Dicembre. Ovviamente la campagna potrebbe essere cominciata ben prima, poiché gli utenti potevano allarmarsi (e cercare info sul web) solo nel momento in cui venivano notificati dai propri contatti che avevano ricevuto email a loro nome (Ricordo che le email non vengono inviate dai server libero ma gli indirizzi vengono falsificati e transitano su tutt’altri server stranieri).

Questo è solo un piccolo esempio di come un blog di nicchia possa fornire all’admin informazioni a partire dall’analisi del traffico generato. Ciò dovrebbe far riflettere su quante informazioni circa l’evoluzione ed il pensiero sociale siano disponibili per colui che può analizzare dati raccolti da servizi che generano immensamente più traffico di questo spazio di lettura.

I social media soprattutto, sono strumenti statistici potentissimi per gli utenti come per chi ha il controllo delle infrastrutture a monte dei sistemi che siamo soliti usare.

P.S.
Per coloro che sono ancora interessati allo spam inviato da account libero.it, a breve forse potrò fare un ulteriore articolo dovuto al fatto che, con questa ondata di spam, ho potuto ottenere ulteriori informazioni diversificate e meno falsate di quelle ricavabili dalle email di spam vere e proprie. Stay tuned 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...